Il gruppo The Shalalalas è composto da Alex con la sua chitarra e Sara con la sua voce.
Nel 2013 esce il loro primo EP The Fucking Shalalalas, in cui si intreccia l’indie folk con le melodie pop. Dopo aver girato molto per portare in giro la loro musica, nell aprile del 2015 esce pèr l’etichetta Bassa fedeltà il loro primo LP, dal titolo There are 3 las in Shalalas, un lavoro totalmente acustico che la band ama definire dream folk.

Elencare tutte le esperienze che questo gruppo ha vissuto richiederebbe più di un’articolo, quindi lasciamo parlare loro.

Il grande pubblico vi ha conosciuto per aver realizzato la colonna sonora della serie tv l’allieva ma com’è nato il vostro progetto musicale?

Ci conosciamo da una decina di anni, ma musicalmente l’incontro è avvenuto durante una serata open mic dove per la prima volta Alex mi ha sentito cantare. Fino ad allora mi conosceva solo come violinista. A fine serata si è avvicinato a me e mi ha detto “dobbiamo suonare insieme”. La settimana dopo abbiamo fatto la nostra prima prova e pochi mesi più tardi, a marzo 2013, è uscito il nostro primo ep!

Il vostro ultimo album, ” boom”, lo avete scritto in inglese così come i precedenti, Cosa vi ha portato a prediligere questa lingua rispetto all’italiano?

Ci viene spontaneo scrivere in inglese. La troviamo una lingua più adatta al nostro genere, alle melodie. Non ultimo il fatto anche di aver suonato tanto all’estero e voler continuare a farlo.

Il sound delle vostre melodie é fortemente caratterizzante, perfettamente congiunto con le vostre voci. Come avete “costruito” questo stile musicale?

Diciamo che entrambi abbiamo un’anima pop, quindi la melodia è il punto di partenza nella nostra scrittura. E le nostre voci che sono così diverse ma complementari guidano il tipo di melodia che poi viene fuori. Semplice ma sempre con una grande ricerca dietro.

Se doveste descrivere la vostra musica, come la definireste?

Prima era contaminata da sonorità folk, ora con l’aggiunta di basso e batteria ci siamo spostati più verso un certo tipo di indie rock. Però sostanzialmente la nostra è musica pop, sempre un po’ sognante.

Ci sono degli artisti che vi hanno influenzato particolarmente?

Abbiamo due background molto diversi però per questo progetto ci sono vari artisti che prendiamo come punti di riferimento come i Velvet Underground, i Belle and sebastian, Angus & Julia Stone

Progetti futuri?

A marzo di quest’anno è uscito il nostro nuovo disco Boom. Da allora siamo in tour per l’Italia. Quindi per ora ci stiamo concentrando sui live che continueranno anche in estate e autunno! E poi attendiamo l’uscita della seconda serie de L’Allieva su Rai 1 che avrà di nuovo la nostra A week come sigla e molti pezzi, anche del nuovo disco, nella colonna sonora.

Quali traguardi vi augurate di raggiungere?

Amiamo la musica e suonare dal vivo più di ogni altra cosa. Quindi il traguardo è sempre uno e lo stesso. Riuscire a fare di questo un lavoro a tutti gli effetti, ma senza snaturarci e continuando a fare le nostre canzoni!

Annunci

Rispondi