CIAO GENNAIO

Ciao mese variabile come il l’umore di una ragazza in quei giorni. Grazie per aver fatto passare il primo dell’anno a tutta la nazione a letto, a scontare le pene derivanti dalle ore passate a tavola durante le feste natalizie e i vestiti troppo scollati e leggeri per il clima. Grazie per aver eliminato i buoni propositi per il nuovo anno due giorni dopo averli fatti. Grazie per aver illuso anche quest’anno di poter trovare dei vestiti decenti in saldo. Grazie per aver aperto le danze della sessione invernale. Peró citando Gazzelle nemmeno é tutto nero. Infatti, le giornate finalmente non sembrano durare 3 minuti, e cosa più importante: mancano 5 mesi all’estate.

Salutiamo gennaio con le canzoni che più ci hanno rappresentato in questo mese.

Annunci

Rispondi