Written by 12:49 A tutto cinema

ALBE – “A Life Beyond Earth”

scritto da Arianna Giuliani

Albe -“A life beyonh hearth” è un docu-film diretto da Elisa Fuksas con l’aiuto della scrittura di Tommaso Fagioli. Il film è stato presentato a febbraio in anteprima a Roma presso il Cinema Farnese. Il tema principale della pellicola è la ricerca di una forza soprannaturale, quella degli alieni. Al centro di tutto abbiamo un gruppo di persone adulte che si riuniscono per parlare del loro forte interesse verso quelli che vengono definiti gli “alieni”. Il gruppo si chiama Albe ed è composto da normali cittadini lavoratori che sentono lo spasmodico bisogno di condividere la loro ossessione attraverso degli incontri. Insieme, queste persone fanno ricerche in luoghi all’aperto con strumenti appositi per attrarre e catturare le forze soprannaturali. Caratteristica in questo contesto è la scena del parco dove parte del gruppo si riunisce fino a tarda serata per fare le loro ricerche straordinarie e fare foto con i cellulari a qualsiasi movimento o luce che possano sembrare caratteristici o degni di nota per la ricerca in questione. Il tema del diverso e dell’eccezionale si mischia a quello religioso- spirituale con incontri tra religiosi e astrofisici con i quali si cerca di dare risposta alla domanda che è il cardine di tutto il film: “Siamo soli nell’universo?” Altra filone che fa parte del docu-film è quello della possessione, infatti molto suggestiva e potente è la scena in cui una donna che fa parte del gruppo Albe si reca da un suo amico che si occupa di queste cose. Qui la donna è posseduta da una forza soprannaturale che si serve del suo corpo per portare dei messaggi ai Terrestri: la creatura ci tiene a sottolineare che nell’universo non siamo soli e che saremmo stupidi a pensare di esserlo. La fine del film è molto caratteristica e bella a livello paesaggistico, di luci e di ambientazione. Così in conclusione lo spettatore si trova ad un bivio: gli alieni esistono davvero o siamo gli unici esseri viventi in questo universo? Non c’è risposta, ogni spetattore ha la sua dentro e la conserverà dentro di sè dopo aver tratto le proprie conclusioni alla fine del film.

(Visited 9 times, 1 visits today)
Tag: Ultima modifica: 10 Luglio 2019
Chiudi