Written by 13:04 Eventi

Elio Germano premiato con L’Orso d’argento per la sua interpretazione di Antonio Ligabue

Tempo di Lettura: 2 minuti Elio Germano e il suo discorso in occasione dell’ Orso d’Argento di Berlino vinto per la sua interpretazione di Antonio Ligabue.

Elio Germano Orso D'argento- Credit by:tgcom24

Elio Germano ha vinto l’Orso d’argento a Berlino per la sua interpretazione di Antonio Ligabue, pittore e scultore italiano tra i più importanti del XX secolo, nel film Volevo nascondermi. (leggete qui le candidature per il David di Donatello).

Elio Germano non è nuovo ai riconoscimenti, tra gli altri premi ha ricevuto tre David di Donatello come miglior attore protagonista per Mio Fratello è figlio unico, La nostra vita e Il giovane favoloso, un Nastro d’Argento come miglior attore protagonista per il film La nostra vita e Prix d’interprétation masculine al Festival di Cannes 2010. 

Elio Germano tra riconoscimenti e impegno civile

Ma se si è quasi ormai avezzi alla bravura dell’attore romano classe 1980, l’elemento che ancora crea stupore è il suo sguardo sempre fisso verso tutte quelle che sono le debolezze della nostra società. Non è la prima volta infatti che Elio Germano in occasione di un premio importante porta il proprio messaggio senza aver paura di affermare quali sono le sue convinzioni. Un esempio su tutti fu proprio durante il Festival di Cannes dove dedicò la sua vittoria per miglior attore nel film La nostra vita a “L’Italia e agli italiani che fanno di tutto per rendere l’Italia un paese migliore nonostante la loro classe dirigente”. 

Elio Germano: ” …A tutti gli storti, tutti gli sbagliati, tutti gli emarginati, tutti i fuori casta”

Anche questa volta Elio Germano non si è tirato indietro nel dire la sua. Sono gli emarginati, gli storti e i “fuori casta” l’oggetto della sua dedica per questo premio importante che inorgoglisce tutti noi. Ma la qualità maggiore dell’attore de Il giovane favoloso è proprio quella di non scadere nella retorica laddove il rischio è molto elevato. La bellezza di portare su un palco parole sentite è proprio questa, il non sembrare mai scontato o poco credibile poiché le parole che si pronunciano rispecchiano la nostra anima.

La dedica di Elio Germano:

Volevo ringraziare tutte le persone che hanno contribuito a questo film, che è stato faticoso. Quindi tutte le persone coinvolte in questo lavoro, da Giorgio Diritti ai produttori e ai volontari, che ci hanno aiutato molto. Lo voglio dedicare, questo premio, a tutti gli stori, tutti gli sbagliati, tutti gli emarginati, tutti i fuori casta e ad Antonio Ligabue e alla grande lezione che ci ha dato, che è ancora con noi, che quello che facciamo in vita rimane. Lui diceva sempre ‘Un giorno faranno un film su di me’, ed eccoci qui!

 

(Visited 97 times, 1 visits today)
Ultima modifica: 2 Marzo 2020
Chiudi