Written by 10:00 Eventi

Sorry we missed you: La conferenza stampa del nuovo film di Ken Loach

Tempo di Lettura: 2 minuti Ken Loach presenta al cinema 4 Fontane di Roma il suo nuovo film, Sorry we missed you, in uscita nelle sale dal 2 gennaio.

Ken Loach presenta al cinema 4 Fontane di Roma il suo nuovo film, Sorry we missed you, in uscita nelle sale dal 2 gennaio. Dopo la proiezione del film e diversi minuti di applausi, l’acclamato regista si appresta a rispondere a tutte le domande della sala.

Conferenza stampa


Secondo lei, i personaggi del film cosa avrebbe votato nelle recenti elezioni?

Questa non è stata una buona settimana, le persone erano molto confuse e il leader della sinistra è stato reso impopolare da una propaganda che è stata intensa quanto mai in passato. Voglio pensare che i personaggi del film siano stati sufficientemente sensibili da andare a votare il partito laburista.

Quanto un film come questo può incidere in ambito politico?

Penso che un piccolo effetto si possa avere, il discorso pubblico è fatto di molte voci e la nostra è una vocina in un grande coro. Ma quello che abbiamo assistito nel nostro paese è una copertura totale di tutte le voci diverse dal coro a causa di una propaganda molto forte.

In molti dei tuoi film precedenti vediamo la disoccupazione o l’infortunio sul lavoro. In questo caso invece la vera tragedia è continuare a lavorare. Come possono organizzarsi questi lavoratori, il sindacato può ancora fare qualcosa per loro?

Penso che i sindacati debbano riscoprire quelli che erano i loro metodi originali, e quando sono stati creati, la gente viveva queste situazioni, per esempio, i muratori andavano individualmente presso un cantiere e chiedevano di essere assunti. I sindacati non hanno bisogno di grossi uffici costosi, ma di persone in grado di organizzare i lavoratori.

Per ciò che riguarda la costruzione delle scene e dei singoli ruoli, in che modo ha lavorato, in particolare con i minori?

Abbiamo fatto i casting cercando di scegliere persone che hanno capito a livello profondo quello che la situazione significava. Il protagonista maschile, prima di essere un attore ha fatto l’idraulico, mentre la protagonista femminile, Abby, in realtà ha avuto soltanto una battuta in televisione, ma il suo vero lavoro è l’insegnante di sostegno a scuola. I due ragazzi invece sono stati scelte dalle scuole locali. Inizialmente abbiamo lavorato improvvisando delle scene familiari per metterli a proprio agio, poi abbiamo iniziato a girare le scene cronologicamente, in modo che anche gli attori potessero rimanere sorpresi ed emozionarsi completamente di fronte ad ogni accadimento.

(Visited 20 times, 1 visits today)
Tag:, , , Ultima modifica: 18 Dicembre 2019
Chiudi