Eddie Brock (all’anagrafe Edoardo Iaschi) esce con il suo ultimo singolo: Ma tu, ma io. Già disponibile in tutte le piattaforme digitali, Eddie usa un linguaggio che parla ai giovani raccontando una storia d’amore moderna.

Vi lasciamo alle nostre chiacchiere per conoscere questo giovane artista ricordando che i brano Ma tu, ma io è disponibile anche su YouTube con videoclip ufficiale.

Nel tuo singolo Ma tu, ma io parli di un rapporto maschio-femmina. Cosa ti ha portato a scrivere questo pezzo?

La mia vita mi ha portato a scrivere questa canzone, è solo la rappresentazione di quello che mi succede ogni giorno. Cerco di far immedesimare nelle mie storie gli ascoltatori, chi non ha amato almeno una volta, no? 

Sia la musica che il testo parlano ad un pubblico molto giovane. Quanto pensi si rispecchino i ragazzi in ciò che esprimi?

Essendo anche io un ragazzo, so bene che vuol dire fare follie per amore. Io mi rispecchierei in quel che dico, anche perché l’ho scritto io ahahah. Spero vi possiate rispecchiare anche voi, non solo i giovani, perché anche i ragazzi più stagionati sono stati ragazzini.  

Eddie Brock- ma tu, ma io. Credit By: Ufficio stampa Samantha Suriani

Quali sono gli artisti a cui ti ispiri (se li hai) quando realizzi un pezzo?

Ho davvero tanti artisti che stimo e reputo inarrivabili. Però cerco di non prendere ispirazione, per non copiare o rifare una cosa già fatta. Scrivo la mia musica.  

Fai musica dall’età di 11 anni e sei ancora molto giovane. Cosa vorresti per te per il futuro?

Voglio cantare, voglio che tutti sentano la mia musica. Il mio sogno è la cosa più importante che ho, vivo per la musica e non potrei fare altrimenti.

Eddie Brock- Ma tu, ma io
Annunci

Rispondi