Oggi vi parliamo di Giulia, e del suo ultimo lavoro, Tutto bene. Giovane cantautrice toscana, pur l’età ha all’attivo numerosi premi e riconoscimenti alle spalle che le hanno permesso di farsi conoscere e di attirare l’attenzione anche di grandi artisti come Fiorello, Masini e Ruggeri che scrive per lei anche un pezzo pubblicato nel 2014, Scegli il meglio. Il suo nuovo album, pubblicato con la Rusty Records, vede la produzione artistica del cantautore Zibba. I testi sono di Giulia e Marco Rettani, eccezion fatta per l’unica cover presente nel disco, Vento d’estate, brano di Max Gazzè e Niccolò Fabi.

L’ultimo lavoro di Giulia non è solo un disco per lei, ma una fotografia di un periodo complicato. Va tutto bene lo apre, canzone che racconta di come a volte la vita complica le cose, e ciò che prima si riteneva facile adesso diventa complicato. Dall’altra parte delle cose invece riguarda quel momento in cui ci si accorge di dovresti mettere in discussione. A volte inoltre, capita di aggrapparsi troppo ai ricordi, non andando aventi ma soffermandosi troppo sul passato. Nodi è la consapevolezza e la decisione di sciogliere i nodi troppo stretti per continuare il proprio percorso..

La cover Vento d’estate, completamente riarrangiata, cambia in qualche modo la direzione che stava prendendo il disco. Infatti, mentre i primi pezzi riguardano paure e insicurezze, con Un inizio migliore, interpretata con Diego Esposito, l’artista parla di inizi, di rinascite, la fine è l’inizio migliore. L’arrangiamento è particolare e la melodia entra facilmente in testa. Se, come la definisce Giulia, non è una vera canzone d’amore. Si, perchè non sempre chi si ha davanti meriterebbe una. Resto ancora un po’, registrata quasi a cappella, ciò dona ancor più importanza al testo. Nessuno sa che di nascosto ti aspetto mentre ritaglio le stelle di carta per indicarti la strada. Una melodia armoniosa accompagna Oggi, una canzone che descrive la difficoltà nel capire se la persona con cui si sta sia davvero quella giusta, e la consapevolezza che forse non lo è.

L”unico pezzo dell’album scritto anni fa, quando l’artista probabilmente non immaginava nemmeno di poterlo pubblicare. Penelope è il punto di vista femminile di una delle storie più famose di sempre. Il primo brano scritto per questo album invece è Troppo lontani, rappresenta un nuovo punto di partenza, interpretato con Zibba.

Il disco presenta infine un bonus track per la versione digitale, 10 settembre, brano interpretato chitarra e voce. É la fotografia di un momento che ha sconvolto molto l’artista, un momento che ha cambiato per sempre il suo essere.

Tracklist

CoverDISCOtuttoBeneGiuliaPratelli_preview
  1. Va tutto bene
  2. Dall’altra parte delle cose
  3. Nodi
  4. Vento d’estate(cover)
  5. Un inizio migliore (feat Diego Esposito)
  6. Se
  7. Resto ancora un po’
  8. Oggi
  9. Penelope
  10. Troppo lontani (feat Zibba)
  11. 10 settembre (bonus track versione digitale)

Per seguire Giulia Pratelli:

Prossimi appuntamenti:

Annunci

Rispondi