L’associazione

KeepOn Live, associazione indipendente che raggruppa i locali e gli enti che ospitano musica dal vivo, diventata quest’anno  di categoria, tutela e promuove eventi di musica dal vivo. In pratica, KeepOn, è una rete ben collegata di club e locali che si trovano in tutta Italia ospitanti musica dal vivo, da quello piccolo da 50 coperti al grande locale.

KeepOn Live Fest

La nona edizione KeepOn live fest, meeting dei live club e Festival di tutti i professionisti della musica dal vivo, si è svolto il 13 e 14 settembre al Lanificio 159 e come ben sapete ho avuto l’opportunità di parteciparvi.

Avrei voluto scrivere dettagliatamente di ogni panel alla quale ho partecipato, ma per tutte le informazioni che ho acquisito credo ci vorrebbero 15 articoli per raccontare tutto quello che è successo in questi due giorni, quindi vi parlerò di ciò che mi ha colpita maggiormente, dal luogo e il clima appassionato alle nozioni più interessanti.

Dicevo, il clima. Appena entrata in quella bellissima sala, ho subito capito che ciò che di lì a poco sarebbe successo mi avrebbe in qualche modo cambiata. Ho respirato un’aria ricca di sogni e voglia di migliorarsi, ogni singola persona che ha partecipato aveva voglia di farsi ascoltare, di raccontare la propria esperienza di gestore di un club, di parlare di musica, e questo è stato davvero fantastico, un paradiso per me.

Gli argomenti affrontati il primo giorno del meeting sono stati molti, iniziando con un introduzione a quello che è attualmente il panorama musicale globale e della situazione in cui si trova il mercato italiano (In una Bolla, come dicono gli esperti). L’argomento è statointrodotto nel primo panel con Enzo Mazza, (CEO di FIMI), Francesco del Maro (Managing Director di Music Experience) e Federico Rasetti (KeepOn LIVE).  Nei panel successivi inoltre sono stati trattati tantissimi argomenti, il modo in cui lavorare legalmente con la musica, l’ esportazione della musica italiana all’estero o viceversa e il modo in cui agiscono le istituzioni comunali nei confronti degli eventi culturali presenti nel loro territorio di competenza. Ultimo confronto della giornata è stato quello con Sandro Giorello (KeepOn LIVE) Massimo Bonelli(Primo maggio, Icompany) e Nicola Cani(Foolica Managament nonchè manager dei thegiornalisti) che riprendono un po’ il discorso con cui abbiamo iniziato la giornata, parlando dell’esplosione della musica italiana, di come molti artisti “del momento” siano passati in poco tempo dalla cantina di casa a suonare all’Alcatraz.

La giornata si conclude con la Live Parade, serata dove sono stati premiati numerosi artisti per tre categorie fondamentali, quali Best Live, New Live e Best Performer. Le votazioni sono state fatte dai club associati a KeepOn, che nel corso dell’anno hanno votato qual’è stato il miglior live che hanno ospitato nel proprio locale, il miglior nuovo live e il miglior Performer.

I musicisti premiati per la categoria Best Live sono stati Willie Peyote, Andrea Lazlo De Simone, gli Eugenio in Via di Gioia, i Dunk e i Pinguini tattici nucleari

I musicisti premiati per la categoria new live sono stati i cieli di Turner e Generic Animal 

Il Best performer invece è Luca Ferrari, il batterista dei Dunk che ci ha emozionato durante il loro showcase

Il secondo giorno è stato più specifico dal punto di vista dei contenuti. Infatti, si è entrati nel vivo del discorso dei cachet, della differenza tra la domanda e l’offerta per poi continuare con il direttore della divisione musica SIAE, Matteo Fedeli, a parlare del mioBorderò, dei sui vantaggi e pratiche per l’utilizzo. I panel successivi hanno riguardato l’ecosostenibilità nel 2018, il modello dell’organizzazione di un Festival e il modo in cui pubblicizzare al meglio un evento live sui social.

Questa esperienza è stata molto interessante, mi ha aiutata a capire tante cose che prima non conoscevo, mi ha fornito una quantità incredibile di contenuti e di nozioni da sfruttare al meglio nel corso della nostra attività da blogger musicali. Ringraziamo tantissimo per l’opportunità, siamo davvero contente di aver conosciuto una realtà come quella di KeepOn live, vi consigliamo vivamente se siete gestori di un club, e se morite dalla voglia di far sentire la vostra voce, di informarvi e sapere di più su questa fantastica associazione di categoria. Chiudo con un, sempre e #solomusicadalvivo

Annunci

Rispondi