In occasione di Play! Storie che cantano, all’Auditorium della Conciliazione è stato presentato il cortometraggio La notte prima, diretto da Annamaria Liguori. Abbiamo avuto l’opportunità di intervistare proprio lei in compagnia di Imma Piro, attrice che all’interno del cortometraggio interpreta la madre della protagonista Antonia Liskova.

Intervista a Annamaria Liguori

Per un regista, quanto è importante essere in grado di raccontare storie come queste, quando il messaggio è così importante?

Abbiamo ricevuto circa 40 storie di donne affette da questo enorme problema come il tumore al seno metastatico, ed è stato molto complicato selezionare le storie, proprio perché ognuna meritava attenzione. La storia che ho scelto di dirigere (Io scelgo di vedermi splendida) racconta di una giovane donna, che in quello che dovrebbe essere il suo giorno più bello, ovvero quello in cui sceglie l’abito da sposa, riceve una terribile notizia e da quel momento la sua vita viene completamente stravolta.

Perché ha deciso di raccontare questa storia?

La scelta è nata perché volevo seguire il percorso emotivo ed emozionale che attraversano queste donne quando all’improvviso si trovano a dover fare i conti con una realtà così tragica e intensa.

Intervista a Imma Piro

Com’è stato interpretare la madre della protagonista?

Un’esperienza molto emozionante. Calarsi in un personaggio come questo mi ha fatto pensare molto. Per tutta la durate del cortometraggio, i genitori della protagonista mantengono sempre un atteggiamento non drammatico nei confronti della ragazza, e mi sono resa conto di quanto questo possa essere difficile nella vita reale.

La decisione di partecipare a questo corto è stata immediata?

Assolutamente si, anche perché mi è già capitato di collaborare insieme, ed essere diretta da Annamaria mi incuriosiva molto.

Le donne per le donne, ma gli uomini?

Beh, gli uomini stanno cercando di comprendere di più le donne, noto uno sforzo da parte loro notevole, poi c’è sempre il buono e il cattivo, ma mi auguro che nel quarto millennio riusciremo ad essere tutti buoni e meravigliosi.

Annunci

Rispondi