Written by 15:34 Chiacchiere cantautorali

Due chiacchiere con Tia, una promessa per la musica emergente

Tempo di Lettura: 2 minuti Hai sentito che musica incontra Tia, una giovane promessa della musica emergente uscito da poco con il suo album Destino.

musica emergente- Tia

Quando si tratta di giovani promesse della musica emergente Hai sentito che musica è sempre presente. E’ questo il caso di Tia, giovane artista che presenta il suo nuovo progetto discografico, Destino, interamente prodotto sotto la direzione artistica di Don Joe.

Come è nato il progetto discografico Destino?

Questo progetto è il frutto di mesi di lavoro. È una sorta di puzzle, ogni pezzo mostra un lato diverso di me e della mia musica. Con questo album ho voluto mostrare la mia versatilità. Contiene 10 brani, 9 dei quali prodotti da Ryanairz e 1, la traccia #6, da Foreigner. Sono due professionisti, oltre che due grandi amici.

Qual è il “filo rosso” che lega le varie canzoni dell’album?

Penso che sia il concetto stesso di “Destino”, a cui da sempre sono molto legato. L’idea di destino, infatti, è sempre stata molto importante nella mia vita. Spero che ogni traccia trasmetta anche la mia determinazione e la mia energia, che siano quelle a legare ogni pezzo all’altro.

Qual è la traccia che senti maggiormente e quale quella che invece ti rappresenta meglio?

Penso che la traccia a cui sono più affezionato sia “Comparsa”, perché ha un significato particolare per me. Ho scritto delle belle cose che penso meritino di essere ascoltate, quindi mi raccomando, andate ad ascoltarlo!

L’album è nato da un brano in particolare che ha dato il via al progetto o le canzoni sono nate in momenti differenti?

Le tracce sono state scritte in momenti diversi della mia vita, alcune qualche anno fa e altre durante il lockdown dello scorso anno. “Atlanta”, ad esempio, è stato scritta mentre ero in viaggio in treno da Alessandria a Milano. Stavo andando in studio e ho avuto un’ispirazione improvvisa che ho subito voluto imprimere su carta.

Progetti futuri?

Sicuramente portare la mia musica fuori dallo studio di registrazione. Ho tanta voglia di esibirmi dal vivo, per poter entrare in sinergia e sintonia con il mio pubblico. So che ancora è tutto incerto ma ci spero tanto. E poi sto continuando a lavorare a nuova musica, a dire il vero da quel punto di vista non mi sono mai fermato. Le idee e la voglia di spaccare non mancano!

(Visited 85 times, 1 visits today)
Ultima modifica: 22 Febbraio 2021
Chiudi