Written by 13:57 Chiacchiere cantautorali

Esposito e il suo album Biciclette Rubate

Scritta da Federica Giuliani

Il senso delle nostre “chiacchiere cantautorali” è far diventare un’intervista una chiacchierata.  Abbiamo parlato tanto con Esposito: di lui, della sua musica, condiviso idee, ma soprattutto della bellezza di fare questo mestiere.

Oggi esce il suo album, Biciclette Rubate e si rimane entusiasta ad ascoltarlo già dal primo ascolto. Esposito vince  la sfida di incuriosire l’ascoltatore che è sempre più desideroso di scoprire il brano successivo.

Ottima la scelta di inserire Bollani come primo brano dell’album: è un sipario che si apre davanti ad un mondo di brani tutto da scoprire

Com’è nata la canzone Solo quando sei ubriaca?

Questa canzone è nata in un pomeriggio milanese, ero con Zibba e stavamo scrivendo altro. Ad un certo punto ci siamo presi una pausa e dopo 10 minuti lui mi ha detto che stava scrivendo “qualcosa” e di dargli una mano. Da li ci siamo fatti un viaggio sulla canzone ed è nata Solo quando sei ubriaca.

Nonostante tu sia molto giovane hai già avuto tante esperienze come cantautore: il Concerto del Primo Maggio, Area Sanremo, il percorso come autore. La domanda sorge spontanea: hai sempre voluto fare questo nella vita?

Si, è da sempre che voglio fare questo mestiere. Sono molto contento di riuscire a farlo. E’ sempre stato il mio pallino e ho sempre pensato che volevo fare musica nella vita.

L’album Biciclette Rubate in uscita il 22 marzo, Come è nato?

Sono miei pensieri trasformati in musica e tutte le canzoni sono state scritte nello stesso lasso di tempo o comunque in un periodo molto ravvicinato, circa un annetto. Un periodo in cui spesso mi sono sentito come una Bicicletta rubata che la sera viene parcheggiata in un posto e la mattina si ritrova in un altro luogo dove non si aspettava assolutamente di essere. Non è necessariamente un’accezione negativa, dipende da come la guardi e dai punti di vista. E’ semplicemente diverso perché magari devi ripartire da un punto che non avevi considerato.

Si tratta di un album autobiografico quindi..

Si, diciamo che in questo momento avevo questa necessità.

L’uscita dell’album va a completare un percorso di singoli già pubblicati

Si esatto. Il primo a maggio scorso. Si trattava di Voglio stare con te, a settembre è uscito Le canzoni tristi, poi c’è stato Diego, L’amore cos’è e infine Solo quando sei ubriaca. Il disco conclude questo percorso con 5 brani inediti da ascoltare. Io poi continuo sempre a scrivere non mi fermo mai…

E’ una cosa molto buona per un cantautore…

Si, davvero non trovo pace. Se non scrivo sto male, è una sorta di psicoanalisi, ho bisogno di buttare fuori. Risparmio di psicologo, ho davvero bisogno di scrivere e suonare in giro. E’ un po’ come mangiare e bere. Devo farlo.

Il contesto del live poi è fondamentale per creare un contatto con il pubblico

Esattamente, io quando non suono sto abbastanza male! Ho una band che mi supporta, in realtà si tratta di un gruppo di amici con i quali suono da 3-4 anni. Abbiamo girato parecchio l’Italia. Loro hanno suonato anche in questo disco ovviamente, siamo come una famiglia.

Tu ti sei trasferito a Milano  per la musica giusto?

Si, sono toscano e abito a Milano da quasi 12 anni. Ho studiato in un’accademia di musica e sono rimasto una volta finita. Milano è una città a portata d’uomo, e c’è tanto per la musica.

Hai in programma live?

Certo! Faremo un concerto il 30 marzo a Roma all’Auditorium Parco della Musica.

(Visited 17 times, 1 visits today)
Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , Ultima modifica: 10 Luglio 2019
Chiudi