Written by 15:34 Chiacchiere cantautorali • One Comment

La musica Reggae ha un nuovo protagonista: Luvespone

Tempo di Lettura: 2 minuti La nostra video intervista al cantautore Luvespone, tra musica reggae, passione e la voglia di ricominciare dopo la quarantena!

Musica Reggae con Luvespone. Credit by: Hai sentito che musica

Incontrare dal vivo Luvespone ( all’anagrafe Guido Savatteri segni particolari: amante della musica reggae) è stato come essere investiti da un vento di musica Raggae italiana portata avanti con coraggio e passione da un siciliano con l’animo Jamaicano.

Non essere conteggiati da Luvespone è praticamente impossibile. Ogni nota che lui canta combacia perfettamente con quella che è la sua anima. Gli occhi parlano del suo entusiasmo nel fare questo mestiere e passare con lui una serata a parlare di musica è davvero un’esperienza da fare.

Luvespone è forte in cuffia, ma lo è ancora di più Live. Per questo motivo vogliamo sentire la sua musica reggae in giro per l’Italia per tutta l’estate! E chissà che non riservi per noi FAN qualche sorpresa…

Racconta un po’ di te al nostro pubblico

Sono Luvespone, grandissimo appassionato di musica reggae e di tutte quelle sonorità tipiche di un’isola bellissima come la Jamaica! L’amore per questa musica è nato circa 15 anni e ora sono qui a Le Mura con il primo live dopo un periodo abbastanza difficile.

Com’è ricominciare?

Sicuramente bello, strano perché gli inizi sono sempre difficili. Dobbiamo solo avere la pazienza di ricominciare con i concerti e con tutte le misure che dobbiamo adottare. Personalmente parlando è anche il mio primo live a Roma. L’emozione è doppia.

Noi ti avevamo già intervistato durante la quarantena. Come cambia la prospettiva della musica adesso?

Io ti dico molto sinceramente che non sono un amante dei progetti a tavolino, sono convinto di voler fare nuova musica e tanta voglia di esibirmi. Mi piacerebbe fare uno show su misura, ma sto davvero scrivendo tanto nella speranza che il prossimo anno con una situazione più semplice si possa pensare di fare tante date, tanti live e azzarderei UN TOUR.

Il tuo genere rimane comunque Il reggae. Di cosa è che ti sei innamorato?

Io ho due genitori che lavorano in radio quindi ho sempre ascoltato il MAIN STREAM. Poi a 13-14 anni ascoltavo Gabry Ponte, la musica dance finché non ho ascoltato un album di Bob Marley e il Reggae è entrato a gamba tesa nella mia vita. Ora crescendo sto provando a contaminarlo, sono in divenire!

 

 

 

(Visited 140 times, 1 visits today)
Ultima modifica: 10 Luglio 2020
Chiudi