Written by 14:28 Chiacchiere cantautorali

Quattro chiacchiere con i Rovere

Tempo di Lettura: 2 minuti I Rovere, band rivelazione del 2019 pubblicano un nuovo singolo: Mappamondo. Scopri di più leggendo l’intervista!

Rovere

Rovere, una delle band indie più amate dai giovani ascoltatori di musica, ritornano con un nuovo singolo: Mappamondo. Scopri di più leggendo l’esclusiva intervista!

Intervistando i Rovere

Innanzitutto vorrei chiedervi come avete passato questa quarantena, siete riusciti a lavorare a nuovi brani o avete avuto difficoltà?

Sicuramente la quarantena è stato un periodo molto particolare per tutti quanti. Un periodo in cui ognuno di noi ha avuto modo di fermarsi e guardarsi dentro e soprattutto riorganizzare la propria quotidianità. Fortunatamente noi rovere siamo riusciti a non fermare il nostro processo creativo anzi, grazie anche alla tecnologia di cui fortunatamente disponiamo, siamo riusciti ad incrementarlo costantemente. Probabilmente anche il timore di perdere tempo, ha scatenato dentro ognuno di noi una grande forza di volontà che ci ha portato a sfruttare in modo molto proficuo questo periodo per altri versi difficile. Insomma, una quarantena paradossalmente super produttiva.

Siete una delle band indie italiane più amate, e nel giro di poco tempo siete finiti quasi in tutte le playlist spotify. Come ci si sente a riguardo guardando indietro?

Guardarsi indietro è sempre un’arma a doppio taglio. Da un lato ti viene da pensare “mamma mia, quanta strada che abbiamo fatto in così poco tempo”, e dall’altro ti sale la paura di non riuscire a mantenere quei risultati anche nel futuro e di deludere chi ti supporta, che sia un collaboratore o un fan. Sicuramente ogni nostro brano è parte di un percorso in continua evoluzione, e siamo fieri della strada artistica che stiamo percorrendo. Abbiamo fortunatamente avuto tante persone che si sono affezionate alle nostre canzoni, e speriamo che continuino ad ascoltarci, supportarci e a crescere con noi.

Come nasce “mappamondo”? 

Ecco, mappamondo è uno dei brani nati in pieno lockdown. Mappamondo nasce dall’esigenza e dal sogno di poter viaggiare in giro per tutto il mondo in un momento in cui non è possibile farlo; nasce dal bisogno di fermarsi e rendersi conto delle piccole cose per poterle comprendere veramente. Questi sentimenti ci hanno accomunato durante questo periodo, e in maniera molto naturale è nata questa canzone che a noi per primi ha dato modo di viaggiare per il mondo pur rimanendo ognuno a casa propria.

Oltre alla musica, negli utlimi tempi vi siete dedicati anche ad altre forme d’arte, in particolare alla realizzazione di un fumetto. Com’è nata questa idea?

Ad inizio 2020, beccogiallo ci ha proposto questo progetto, nato dall’idea di sceneggiatori e fumettisti che, ispirandosi alle nostre canzoni, avevano elaborato queste storie. Il pensiero di poter avere un fumetto che parlasse di noi, pur nascendo dalla creatività di altre persone, ci ha subito stuzzicato. Prima abbiamo scambiato un po’ di informazioni con i fumettisti, per farli entrare ancora di più nel mood, poi abbiamo aggiunto qualche piccolo extra alla fine del fumetto.
Nel complesso è stata una bella esperienza, un bello step nel nostro percorso.
Poi è veramente strano vedersi stilizzati sugli scaffali delle librerie, fa sorridere.

Avete progetti per il futuro visto anche questo stop estivo causa COVID-19?

Abbiamo tantissimi progetti per il futuro, sicuramente questa estate particolare non ci fermerà nel nostro processo creativo. Dovremo aspettare un pochino prima di poter tornare a fare concerti ed eventi come prima, ma questo periodo ci servirà proprio per arrivare prontissimi quando si potrà ricominciare a vivere la musica come prima. Senza eccessivi spoiler, rimanete connessi che nei prossimi mesi ne vedrete delle belle!

(Visited 55 times, 1 visits today)
Tag:, , , Ultima modifica: 30 Giugno 2020
Chiudi