Written by 11:42 Concerti

Musicultura, due giorni di musica e condivisione necessari.

Tempo di Lettura: 3 minuti Nella magica cornice dello Sferisterio di Macerata il 28 e 29 agosto si è tenuta la XXXI edizione di Musicultura. Qui il nostro racconto.

Musicultura - Credit by: Hai sentito che musica

In un anno di Covid, di quarantena e di distanziamento sociale non è una novità che uno dei settori che maggiormente ha risentito di tutto questo è quello musicale. La musica è mancata molto in questa estate anomala. Uno dei più veri sinonimi del termine Musica è condivisone, ma saremo tutti d’accordo nel pensare che Condividere a distanza non è proprio una cosa semplice.

Ma certamente non impossibile.

Dopo una serie di concerti e manifestazioni che si sono tenuti questa estate in giro per l’Italia nell’assoluto rispetto delle regole Covid (si, la musica rispetta il distanziamento) arriva Musicultura a chiudere un agosto e ad aprire un settembre che avevano la necessità di respirare quest’aria.

Cosa è Musicultura?

Musicultura nasce nel 1990 come Premio Città di Recanati, si tratta a tutti gli effetti di un Festival Musicale. Nel 2005  si trasferisce allo Sferisterio di Macerata cambiando il nome in Musicultura.

Il festival si svolge in diverse fasi ed è dedicato ad artisti emergenti tra cantautori della musica popolare e d’autore contemporanea.

Ogni artista dovrà presentare tre canzoni di cui sia autore e interprete. Alla fine delle selezioni vengono selezioni i concorrenti che parteciperanno alle audizioni dal vivo. Da questa rosa di concorrenti verranno scelti i 16 artisti da cui verranno scelti gli 8 che accederanno alle serate finali di Musicultura allo Sferisterio di Macerata.

Come vengono scelti gli 8 Artisti finali

La modalità di selezione degli 8 artisti finalisti è molto semplice:

  1. 5 vengono scelti da un Comitato artistico di garanzia composta tra gli altri da: Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Paolo Benvegnù, Brunori Sas, Luca Carboni, Alessandro Carrera, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Giorgia, Alessandro Mannarino, Dacia Maraini, Mariella Nava, Gino Paoli, Ron, Vasco Rossi, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Giovanni Veronesi, Sandro Veronesi, Federico Zampaglione.
  2. 2 sono selezionati dal pubblico che può votare, i brani preferiti attraverso Facebook con il supporto di Rai Radio 1
  3. 1 da Musicultura.

Nelle serate conclusive si esibiscono gli otto vincitori nello Sferisterio di Macerata. Sarà il pubblico a decretare il vincitore assoluto, che riceve un premio da 20.000 euro. Vengono inoltre assegnati altri premi, fra cui la Targa della Critica, il premio per il miglior testo, il premio per la miglior musica ed il premio per la migliore interpretazione.

Di ogni edizione viene pubblicato un CD contenente i brani dei 16 finalisti. (fonte Wikipedia)

28 e 29 agosto 2020: Musicultura accende la magia della musica

Con uno sforzo incredibile da parte dell’organizzazione, anche in quest’anno funesto Musicultura è riuscita ad accendere i riflettori e portare sul palcoscenico dello Sferisterio di Macerata uno spettacolo fatto di musica, di storie, ma soprattutto di voglia di ricominciare tutti insieme dalle cose belle della vita.

Tanti gli ospiti che si sono alternati sul palco dello Sferisterio. Nella prima serata siamo stati accolti dall’incredibile voce di Tosca e L’istrionicità di Massimo Ranieri che hanno scaldato il palco nella prima serata di Musicultura. Ciliegina sulla torta Salvador Sobral che con la sua bravura e dolcezza ha conquistato lo Sferisterio, pur cantando in portoghese. Ma si sa la musica è universale.

La seconda serata di Musicultura con I Pinguini Tattici Nucleari, Vecchioni e Francesco Bianconi

La seconda serata di Musicultura inizia decisamente con il botto grazie alla bomba energetica lanciata sul palco da I Pinguini Tattici Nucleari. Impossibile non seguirli ballando e cantando insieme in uno Sferisterio che fa rinascere la musica ora dopo ora. Ritroviamo  una grande performance di Asaf Avidan, già amato dal pubblico italiano. Chicche assolute della serata le meravigliose quanto toccanti performance di Francesco Bianconi e Roberto Vecchioni. Perle delicate e pure che ci porteremo nel cuore nei prossimi mesi.

L’unico modo che si ha per comprendere fino in fondo un evento unico nel suo genere è prendendone parte e immergendosi nella città di Macerata che per tutto il periodo della manifestazione diventa un teatro a cielo aperto offrendo incontri, concerti e manifestazioni accessibili al pubblico.

Arrivederci al prossimo anno!

Per tutte le info consultare il sito web di MUSICULTURA

VINCITORI MUSICULTURA 2020:

  • Blindur (Cardito, NA), Invisibile agli occhi
  • Fabio Curto (Acri, CS/Bologna), Domenica
  • Hanami (Napoli) Contro volontà
  • H.E.R. (Foggia/Roma), Il mondo non cambia mai
  • I Miei Migliori Complimenti (Milano), Inter–Cagliari 
  • La Zero (Napoli/Milano), Mea culpa
  • Miele(Caltanisetta/Milano), Il senso di colpa
  • Senna (Ostia, RM), Italifornia.

VINCITORE ASSOLUTO MUSICULTURA 2020: Fabio Curto (Acri, CS/Bologna), Domenica

 

(Visited 32 times, 1 visits today)
Ultima modifica: 1 Settembre 2020
Chiudi