Written by 10:31 Di tutto un po'

Premio Tenco 2020: chi sono i finalisti di questa edizione?

Tempo di Lettura: 3 minuti Il Premio Tenco 2020 ha annunciato i suoi finalisti e noi eravamo curiose di conoscerli meglio. Chi sarà il vincitore di questa edizione?

Premio Tenco 2020. Credit by: metropolitanmagazine.it

Si riaccende lentamente la vita e il Premio Tenco annuncia i suoi finalisti.

Tempo di ripresa anche nel mondo delle sette note infatti che se da un lato è impegnato a difendere i lavoratori di solito nell’ombra al grido di #senzamusica e #iolavoronellamusica, dall’altro comincia a tirare le fila dei discorsi lasciati in sospeso prima del lockdown. Ecco, perciò, che arrivano, non senza alcune polemiche, i nomi dei finalisti del Premio Tenco 2020 – il maggior riconoscimento della canzone d’autore italiana.

Anche quest’anno, come dal 1984, il teatro Ariston di Sanremo (nel pieno rispetto delle regole per il contenimento del virus) ospiterà la consegna delle Targhe Tenco ai vincitori. Le categorie di questa edizione sono ancora una volta sei: quattro per i cantautori (canzone singola, disco in assoluto, disco in dialetto, opera prima), uno per gli interpreti di canzoni scritte da altri autori e uno per gli album collettivi a tema. I giurati votano in base agli ascolti fatti dal 1° giugno 2019 al 30 maggio 2020 fino al 29 giugno, data di fine selezione.

Le sei sezioni del Premio Tenco con i relativi finalisti sono:

DISCO IN ASSOLUTO

Paolo Benvegnù con Dell’odio dell’innocenza, dalla genesi al limite del racconto epico e ma dai contenuti essenziali e profondi; Brunori Sas con Cip!, un disco che ha ricevuto un’ottima accoglienza fin dai primi ascolti; Diodato con Che vita meravigliosa, che se vincesse anche questo premio avrebbe raggiunto il triplete insieme al primo posto al Festival di Sanremo e al David di Donatello; Luca Madonia con La Piramide, in cui ospita anche l’amico Franco Battiato; Perturbazione con (dis)amore, un concept album tutto dedicato ai mille aspetti di una storia d’amore.

 

MIGLIOR ALBUM IN DIALETTO

Alfio Antico con Trema la terra, un lavoro allo stesso tempo colto e popolare, bucolico e spettrale; Eleonora Bordonaro con Moviti Ferma, un racconto al femminile potente e ricco di fierezza; Sara Marini con Torrendeadomo, un viaggio per scoprire dove affondano davvero le sue radici, tra Sardegna e Umbria; Nuova Compagnia di Canto Popolare con Napoli 1534. Tra moresche e villanelle, l’ultimo album diretto da Corrado Sfogli; Daniele Sepe con Le nuove avventure di Capitan Capitone, il nuovo colorato viaggio del Capitone.

 

OPERA PRIMA

Buva con Quarantena, un album dal titolo adatto all’esperienza che abbiamo vissuto e che rimanda all’isolamento dell’artista per cercare l’ispirazione; Paolo Jannacci con Canterò, dopo la positiva esperienza di Sanremo e con l’importante responsabilità del proprio cognome, il cantautore si misura con un repertorio proprio; Liana Marino con Partenze, un disco in cui l’artista vuole portare la bravura dimostrata sul palcoscenico anche in studio; Lelio Morra con Esagerato, frutto delle esperienze vissute tra Napoli e Milano; Réclame con Voci di corridoio, nato con la supervisione di Riccardo Sinigallia e che unisce il cantautorato tradizionale al pop.

 

INTERPRETE DI CANZONI

Beppe Dettori con (In)canto rituale – Omaggio a Maria Carta, dedicato alla grande cantante folk ; Peppe Fonte con Le canzoni di Piero Ciampi e Pino Pavone, in ricordo dell’arte dell’autore livornese e del suo “compagno di avventure” calabrese; Maria Mazzotta con Amore Amaro, una riflessione sull’amore dal punto di vista femminile; The Niro con The Complete Jeff Buckley & Gary Lucas Songbook, in cui raccoglie tutte le canzoni scritte con Jeff Buckley e Gary Lucas; Tosca con Morabeza, una delle protagoniste assolute dell’ultimo Festival di Sanremo e interprete di grande classe.

 

CANZONE SINGOLA

Diodato con Che vita meravigliosa, già vincitrice del David di Donatello come miglior colonna sonora per il film La dea fortuna; Beppe Gambetta con Dove Tia O Vento, un ritratto musicale della malinconia e della grande bellezza della Genova dei marinai; Giacomo Lariccia conLimiti, che affronta il tema della libertà e di ciò che non sempre la rende possibile ; Rancore con Eden, brano che ha partecipato al Festival di Sanremo; Tosca con Ho amato tutto, un’altra canzone che ci rimanda alla settantesima edizione del Festival.

 

ALBUM COLLETTIVO A PROGETTO

Animantiga, in onore di Roberta Aloisio e del suo viaggio musicale tra Genova e la Corsica; Calendario Civile; Io credevo. Le canzoni di Gianni Siviero, in memoria del grande cantautore; Note di viaggio – Capitolo 1: Venite avanti, un album che unisce diversi artisti italiani sotto il segno di Francesco Guccini; 20 x 22, venti nomi chiamati alla ventiduesima edizione del festival organizzato da Amnesty International in difesa dei diritti umani.

Non vediamo l’ora di scoprire i vincitori del 2020, buona fortuna a tutti i candidati!

Curiosi di sapere quale concerti infiammeranno questa estate strana? Qui l’elenco in costante aggiornamento

 

(Visited 214 times, 1 visits today)
Ultima modifica: 25 Giugno 2020
Chiudi