Written by 9:59 Di tutto un po'

Ti racconto una canzone: “Futura” di Lucio Dalla

Tempo di Lettura: 2 minuti Tutti hanno ascoltato almeno una volta “Futura”, uno dei tanti capolavori di Lucio Dalla, ma non tutti conoscono la vera storia nascosta nella canzone. Vi va di scoprirlo con noi?

Lucio Dalla

“Chissà, chissà domani,

su che cosa metteremo le mani”

Inizia così la canzone che abbiamo deciso di raccontare oggi a tutti i nostri lettori. Ogni lunedì infatti apriremo la settimana parlando di una canzone che in qualche modo ha fatto la storia della nostra cara Italia. Il brano di oggi è “Futura”, capolavoro di Lucio Dalla. 

Futura

Il brano di Lucio Dalla in questione è contenuto nell’album “Dalla” del 1980

Lucio Dalla

Tracklist:

  • Balla balla ballerino
  • Il parco della luna
  • La sera dei miracoli
  • Mambo
  • Meri Luis
  • Cara
  • Siamo dei
  • Futura

Lucio Dalla e la sua “Futura”

Leggendo il testo della canzone, si percepisce la speranza di due innamorati nei confronti del futturo, ma non tutti conoscono realmente cosa c’è dietro questo brano. Ogni canzone nasconde al suo interno un significato che a volte viene svelato e altre no. Di “Futura” sappiamo che è nata in un contesto particolare, quello della berlino degli anni 80′. Infatti, come svelato da Lucio Dalla in un’intervista, inizialmente il brano era una sceneggiatura per un film, divenuta successivamente una canzone.

“La scrissi una volta che andai a Berlino. Non avevo mai visto il Muro e mi feci portare da un taxi al Charlie Check Point, punto di passaggio tra Berlino est e Berlino Ovest. Chiesi al tassista di aspettare qualche minuto. Mi sedetti su una panchina e mi accesi una sigaretta. Poco dopo si fermò un altro taxi. Ne discese Phil Collins che si sedette nella panchina accanto alla mia e anche lui si mise a fumare una sigaretta. In quei giorni a Berlino c’era un concerto dei Genesis, che erano un mio mito. Tanto che mi venne la tentazione di avvicinarmi a Collins per conoscerlo, per dirgli che anch’io ero un musicista. Ma non volli spezzare la magia di quel momento. Rimanemmo mezz’ora in silenzio, ognuno per gli affari suoi. In quella mezz’ora scrissi il testo di Futura, la storia di questi due amanti, uno di Berlino Est, l’altro di Berlino Ovest che progettano di fare una figlia che si chiamerà Futura.”

Lucio Dalla

(Visited 60 times, 1 visits today)
Tag:, , , , , , Ultima modifica: 27 Aprile 2020
Chiudi