Written by 18:33 Il taccuino di Francesca

Quattro chiacchiere con Gio Evan

Tempo di Lettura: 2 minuti Dalla partecipaizone a Sanremo al suo singolo, Arnica. Quattro chiacchiere con Gio Evan e la nostra Francesca Binfarè.

Gio Evan

Gio Evan, il poeta cantautore, amatissimo sui social. Arriva a Sanremo grazie a un dito rotto. “La verità su com’è nata “Arnica”? Stavo arrampicando in un posto vicino alle Grotte di Frasassi. Scivolo, cado, ma ero ovviamente imbragato: un dito mi resta incastrato nell’imbragatura, e mi rompo tutto. Gli amici mi tirano giù, io ho male e inizio a scrivere “Arnica”, lì, in quel pomeriggio. Mi sono messo dello scotch sul dito e poi, ho sentito che la canzone era dentro di me. Nei giorni successivi non potevo suonare la chitarra e io scrivevo la musica solo con la chitarra. Compro allora una tastiera, e prendo lezioni: “Arnica” è la prima canzone nata da qualcosa che non fosse una chitarra”. L’arnica cura il dolore, mica per niente.

Gio ha anche confermato di non aver mai pensato di partecipare a Sanremo, anzi “Non l’ho mai visto (io non tocco la televisione, non la guardo), faccio mea culpa perché a vederlo è molto bello. Però il mio team in “Arnica” aveva visto una forza particolare”. E allora eccolo qua, “Non che Sanremo non lo faccia per me, ma lo faccio anche per le persone che lavorano con me. Io del resto posso parlare e lasciare il mio messaggio a Sanremo o in un secret house concert. Non puoi che essere grato e felice di salire su un palco”.

Inizialmente, di Gio Evan si è iniziato a parlare per le sue poesie. Gio, un poeta a Sanremo, ma lui non fa tante divisioni nella creatività: “Musica e poesia sono alleate. La scrittura che hai dentro prima di tutto è pensiero: se è in un momento di tenerezza si prende la poesia, se è un momento di “sabato”, chiamiamolo così’, si prende la musica. Io seguo la loro volontà”.

Gio Evan ha scelto di cantare “Gli anni” di Max Pezzali, “Perché Max ha fatto parte della mia vita, gli devo tantissimo: lui c’era, era ed è uno di noi. Volevo ringraziarlo e omaggiarlo”. Con lui i cantanti di The Voice Senior, che non conosceva perché non guarda la tv, ma di cui è stato subito entusiasta.

Spirituale, amante della natura (mare ma anche montagna), cena alle 18, va a dormire alle 21: Gio Evan è così, e si racconta con l’album “Mareducato” e con il libro “Ci siamo fatti mare”, in uscita rispettivamente il 12 e il 16 marzo.

 

(Visited 1 times, 1 visits today)
Ultima modifica: 12 Marzo 2021
Chiudi