Written by 15:54 Musica, Nuovi ascolti • 2 Comments

Lucio Dalla e il progetto “Dalla Legacy Edition”

Tempo di Lettura: 2 minuti Il 13 novembre esce Dalla Legacy Edition, un cofanetto speciale per festeggiare i 40 anni dell’album di Lucio Dalla.

Lucio Dalla

Lucio Dalla manca tantissimo, ma venerdì 13 novembre non prendete impegni, c’è un compleanno da celebrare. Il festeggiato? Un album, uno dei più importanti della musica italiana: “Dalla”. In onore dei suoi primi quarant’anni, infatti, viene pubblicata una legacy edition con brani rimasterizzati a 192KHZ/24bit dai nastri originali e il libretto ricco di interviste e foto inedite redatto da John Vignola.

Il cofanetto dell’album di Lucio Dalla disponibile dal 13 novembre

Il cofanetto è disponibile in due versioni: cofanetto CD + booklet 24 pagine, oppure cofanetto versione LP 180gr (2000 copie numerate a mano) con foto e libretto 12 pagine. Insieme al vinile è presente la stampa di una delle dieci immagini scattate da Camilla Ferrari. “Mentre ascolto Dalla, mi sento sospesa in un limbo temporale in cui tutto e niente accadono simultaneamente,”, dice la fotografa, “dove la notte è protagonista e intesa non solo come assenza di luce, ma anche come metafora di un’emozione. Uno specchio del giorno, in cui Lucio si immerge completamente per creare i propri brani e in cui trova ispirazione per esprimere quella profonda semplicità che il quotidiano riusciva a comunicargli. Ed è proprio dalla notte, dal quotidiano e dalla vita personale di Lucio che è partita la mia esplorazione di Bologna e dei suoi luoghi”.

Bologna torna prepotente in questo progetto, non soltanto perché è il luogo più importante nell’esistenza di Lucio. Il capoluogo emiliano, infatti, è la sede degli Studi Fonoprint che hanno reso possibile a Mauro Biancani di recuperare a pieno le sonorità autentiche partendo dai master originali.

Il Video di uno dei capolavori di Lucio Dalla accompagnerà il progetto

Ad accompagnare il progetto troviamo il video, già online, di uno dei capolavori di Lucio Dalla, “Futura”. Il concept, spiega Giacomo Triglia, è basato sull’idea che il cantautore aveva della canzone. “In un’intervista dichiarò che “Futura” nacque come una sceneggiatura, poi divenuta canzone, la storia di due amanti, uno di Berlino Est, l’altro di Berlino Ovest, divisi dal muro, che progettano di fare una figlia che si chiamerà Futura”. Prosegue poi parlando di come l’idea si è sviluppata nella sua mente:Quando con Sony abbiamo deciso di riprendere in mano il progetto, è come se quei due personaggi nella mia testa fossero cresciuti durante il lockdown, ho immaginato una Futura già grande trasferitasi in Italia in un piccolo paesino di provincia, dove conosce un ragazzo e fanno a loro volta una figlia. La mia storia è narrata dal punto di vista del marito di Futura, ormai vecchio, che decide di tornare nel piccolo paesino dove loro hanno vissuto per rivivere i momenti passati insieme alla moglie ormai scomparsa da tempo, e rivive questi momenti attraverso delle fotografie che gli permettono di viaggiare all’interno della propria memoria, dove un lui un po’ più giovane, ripercorre viaggiando a ritroso nel tempo, tutte le fasi della loro vita, dall’incontro con Futura, la nascita della loro figlia, e la prematura scomparsa della moglie.”

Un’occasione imperdibile, dunque, non soltanto per i fan di Lucio Dalla, ma per chiunque ami le proposte più alte della musica italiana.

(Visited 38 times, 1 visits today)
Ultima modifica: 11 Novembre 2020
Chiudi