Written by 14:50 Nuovi ascolti • One Comment

No Satisfaction: lo sguardo di Ermal Meta su una società troppo iena e poco volpe

Tempo di Lettura: < 1 minuto Ermal Meta regala al suo pubblico un nuovo brano fatto di parole e sonorità nuove. E’ solo la prima pietra del nuovo album

Ermal Meta - No Satisfaction

Sono passati 1072 giorni dalla pubblicazione del suo ultimo album di inediti “Non abbiamo armi”, nella cui tracklist si può trovare “Non mi avete fatto niente” (il duetto con Fabrizio Moro vincitore del festival di Sanremo 2018, il primo targato Baglioni).

Ermal Meta è pronto a tornare con un nuovo singolo, dal 15 gennaio in rotazione radiofonica e disponibile negli store fisici e digitali. Il titolo? “No satisfaction”.

Il brano è la prima pietra di un nuovo percorso che condurrà il pubblico al nuovo album, in uscita dopo la partecipazione del cantautore alla settantunesima edizione della kermesse canora.

Inaspettata, caratterizzata da un nuovo sound capace di far sognare ad occhi aperti il momento in cui finalmente potrà essere cantata dal vivo, “No satisfaction” affronta la grande diffusione di metafore tratte dal regno animale per descrivere un mondo sempre più impregnato di una new generation tecnologica troppo iena e poco volpe.

Ermal Meta e un brano figlio dei nostri giorni

Il testo è basato su alcuni concetti chiave e porta con sé un messaggio forse dimenticato ma preciso e quasi quotidiano: “per chi perde, per chi vince, il premio è uguale”. Dell’arrangiamento colpiscono soprattutto i momenti più propriamente dance, in particolare l’introduzione e la seconda strofa: uno stile inaspettato da parte dell’artista, che filtra la propria voce per trasmettere l’idea di virtualizzazione della nostra società.

In attesa di scoprire come sarà il brano che Ermal porterà al Festival di Sanremo, ascoltiamo “No satisfaction”, il cui videoclip, diretto da Andrea Folino, è disponibile su Youtube.

(Visited 36 times, 1 visits today)
Tag:, , , , , Ultima modifica: 15 Gennaio 2021
Chiudi