Written by 14:17 Sanremo

Lo stato sociale e Il Combat pop che spacca

Tempo di Lettura: 2 minuti Si continua con la Conferenza stampa de Lo stato sociale. I ragazzi portano il mondo dello spettacolo sul Palco dell’Ariston.

Lo Stato Sociale_ Credit by: JESSICA DE MAIO

Lo stato sociale è la seconda conferenza della mattina per questa penultima giornata del Festival di Sanremo. La scena che abbiamo davanti è riassumibile in poche parole: la volontà che diventa quasi necessità di portare sul palco dell’Ariston la verità di questo periodo. C’è tanta rabbia e frustrazione per un anno che ha messo in ginocchio un settore, un’economia intera. Perché è vero l’arte è intrattenimento, ma è anche lavoro. Lavoro per tante persone che ormai da un anno sono ferme.

Non è un caso che la conferenza inizia con l’intervento degli artisti portati sul palco da Lo stato sociale in ordine: .

Il focus sui lavoratori dello spettacolo e il messaggio sociale de Lo stato sociale

La polemica sull’orario dell’esibizione per la tipologia di messaggio che portava sembra quasi un obbligo. Perchè effettivamente far esibire lo stato sociale all’1 passata con un’esibizione così importante per il mondo dell’arte sembra effettivamente un controsenso. Si continua in conferenza:

“E’ un anno che i lavoratori dello spettacolo non sono stati presi in considerazione e ci si aspettava più partecipazione da parte degli artisti. Rimettere mano anche alla legislazione che riguarda i live club, sarebbe il momento di realizzare una legislazione ferrata come quelle europee”

Dalla serata cover che sta facendo nascere non poche polemiche su più fronti si passa al singolo con cui gareggiano a Sanremo, Combat pop e i tratti distintivi sono essenzialmente lo spirito combattivo, la critica sociale e la volontà di raccontare la loro visione del mondo contrastando il tutto con il pop, ossia arrivare a più persone possibile. Perché per combattere alcune ingiustizie è necessario far parte del mondo che vuoi cambiare e scendere a compromessi. E cambiare le cose dal didentro. Si definiscono ancora un po’ ingenui ed idealisti nel credere in certi valori.

“Combat Pop racconta la contraddizione che tutti noi viviamo nella tensione tra il mondo che vogliamo e l’imposizione di un modello immutabile. La contraddizione del capitalismo che riesce a venderti tutto e il suo contrario: il sistema e l’antisistema, la malattia e la cura, l’inquinamento e l’ecologismo, la ribellione e il conformismo. Anche chi dice no, poi si veste da rockstar per vendere pubblicità. Ma che senso ha?”

Da Combat Pop all’album “Attentato alla musica Italiana”

Ma Combat pop è solo la punta di un progetto che prevede l’uscita di cinque album, un progetto corale che che vedrà la luce il 3 marzo in streaming, il 12 marzo in doppio CD e il 19 marzo in triplo vinile. Un modo per raccontare a pieno la band Lo stato sociale con tutte le sfumature.

Lo stato sociale è una band che ha vinto con il Festival di Sanremo 2018 un abbraccio ad una platea molto più ampia di spettatori che hanno imparato ad apprezzarli. Come loro stessi affermano “Il 2018 e 2021 sono due punti e in mezzo c’è stato il mondo. Un mondo strano. Quest’anno siamo meno impauriti di stare sul palco di Sanremo e probabilmente anche dovuto al messaggio che volevamo portare su quel palco.”

In bocca al lupo!

(Visited 1 times, 1 visits today)
Ultima modifica: 5 Marzo 2021
Chiudi