Written by 20:18 Musica

Verso l’Oscar… Laura Pausini si racconta tra lacrime e commozione

Laura Pausini Nomination Oscar

Da pochi giorni si è tenuta la conferenza delle conferenze, quella dove Laura Pausini si è aperta raccontando le sue emozioni e sensazioni riguardo la futura previsione del premio Oscar. La cantante italiana infatti dopo aver vinto il Golden Globe per la canzone “Io si” scritta insieme a Niccolò Agliardi per il film “La vita davanti a sè” diretto da Edoardo Ponti con protagonista la magnifica Sophia Loren, ora è stata candidata al Premio Oscar nella categoria miglior canzone originale. Per la prima volta in Italia una donna viene candidata per l’Oscar in questa categoria.

Le dichiarazioni di Laura Pausini in corsa verso l’Oscar

Dal primo minuto della conferenza, Laura si apre e fa dichiarazioni importanti affermando prima di tutto che la candidatura al Premio Oscar possa essere un regalo per gli italiani soprattutto in un momento di grande disagio come quello che stiamo vivendo tutti oggi. La cantante va subito al punto dichiarando che è da 28 anni con la prima vittoria al Festival di Sanremo che si è sempre chiesta cosa stava davvero accadendo nella sua vita e soprattutto perchè capitava sempre tutto a lei. Laura si chiede dall’inizio della sua carriera se davvero si merita tutto questo successo che ha avuto e continua ad avere, si sente spesso piccola rispetto alle grandi situazioni che deve affrontare ogni giorno, ma lei stessa dichiara che in fin dei conti non si tira mai indietro e non si arrende davvero mai. Rispetto all’inizio della sua carriera musicale, Laura dice di essere sempre la stessa donna, con le stesse ansie e fragilità, ma sicuramente tutti i traguardi raggiunti le hanno dato il desiderio di spingere sul suo acceleratore interno per pretendere sempre di più da sè stessa. La Pausini mette l’accento sul senso di sacrificio e di duro lavoro, caratteristiche che possiede da sempre per affrontare i suoi impegni, la cantante si è aperta molto anche sul suo passato dichiarando che è andata in terapia perchè si sentiva in colpa per tutto quello che le stava succedendo e non si spiegava perchè tutto quel successo e quella fama stavano capitando proprio a lei. Dopo del tempo passato a lavorare su sè stessa, Laura oggi è una donna più forte e più consapevole delle sue fragilità e dei suoi punti di forza.

La storia del brano “Io si” e le dichiarazioni sulla candidatura all’Oscar

La conferenza è stata lunga e interessante, in questa parte riporteremo le dichiarazioni di Laura Pausini riguardo l’attuale candidatura per il Premio Oscar e le previsioni per un’eventuale e speriamo possibile futura vittoria a Los Angeles. Laura si mostra entusiasta e anche fragile a riguardo perchè le sta accadendo qualcosa di enormemente importante in un periodo di grande fragilità come quello attuale che tutti stiamo vivendo. Laura dichiara di aver sentito Sophia Loren e il regista Edoardo Ponti, entrambi entusiasti ed eccitati per quanto sta avvenendo. Per quanto riguarda la genesi del brano, “Io sì” è una canzone nata in inglese, il testo è stato commissionato e la prima versione era cantata in inglese da una corista. Laura e Niccolò Agliardi hanno riscritto il brano in poco più di un mese, rispettando la metrica, le sillabe e il ritmo originale della canzone. Inizialmente “Io sì” non è stata pensata per la pandemia, ma era agosto 2020 e quindi alla fine il messaggio della canzone inevitabilmente ha anche dei tratti che riportano il periodo sanitario e sociale attuale. Laura dichiara che per nessuna vittoria si è mai preparata un discorso, ma questa volta se ne è già preparato uno con tanto di dedica: il discorso più importante della sua vita lo dedicherebbe  a suo padre che da sempre la accompagna in questa vita musicale frenetica. Tutto quello che Laura sa oggi lo deve a suo padre, la sua grandezza sta nel fatto che non le ha mai chiesto se voleva cantare lasciandola sempre in totale libertà su tutto. La Pausini infine ha raccontato che dopo la nomination agli Oscar, ora ci crede davvero e vuole portare a casa la statuetta, frutto del suo lavoro e dell’intera squadra che lavora con lei da anni.

I numeri di “Io sì”:

Io sì prodotto da Greg Wells, con etichetta la Warner Music Italy e pubblicato il 23 ottobre 2020 per la colonna sonora del film “La vita davanti a sè” in America è da due settimane tra i trenta brani più mandati in radio e la stessa Laura ha dichiarato che quando una canzone riesce ad avere così successo anche all’estero e in America, traccia sicuramente un traguardo fondamentale. In America infatti è molto difficile raggiungere certi traguardi soprattutto se si parte da molto lontano come dall’Italia. Inoltre è la prima canzone non in lingua inglese ad aver vinto un Golden Globe, un Satellite Award e la prima ad essere candidata al Premio Oscar come miglior canzone originale.

Un Sanremo possibile con Laura alla conduzione?

La Rai ha chiesto a Laura Pausini di condurre il Festival di Sanremo a fianco della sua amica Paola Cortellesi, ma la cantante non ha accettato perchè per il 2022 avrebbe altri progetti, come l’uscita di un nuovo album e poi non si sentirebbe affatto pronta per una responsabilità del genere. Inoltre nemmeno come direzione artistica, la Pausini accetterebbe il ruolo perchè non sarebbe per nulla obiettiva e manderebbe avanti i suoi amici e i suoi favoriti nel campo musicale.

La grandezza di Laura Pausini sta nella sua sincerità e profonda umiltà, per questo e per molto altro, il nostro orgoglio italiano si merita la vittoria per il premio Oscar 2021 per la canzone “Io sì”.

Qui il videoclip del brano “Io sì:

Laura Pausini – Io sì (Seen) [From The Life Ahead (La vita davanti a sé)] (Official Video) – YouTube

(Visited 1 times, 1 visits today)
Tag:, , , , , Ultima modifica: 18 Marzo 2021
Chiudi