Written by 15:19 Dramania • One Comment

Può un’applicazione gestire il nostro cuore? – Love Alarm by Netflix

Tempo di Lettura: 2 minuti In una società in cui i sentimenti sono controllati e gestiti da un’applicazione per il cellulare, è ancora possibile amare?

Il 22 agosto Netflix ha pubblicato un nuovo K-drama, Love Alarm. Il genere sta catturando sempre piú l’attenzione di moltissime persone, si sono formati gruppi Facebook in cui si discute di quale drama sia migliore, di quale attore protagonista abbia recitato meglio il proprio ruolo, insomma, ormai va di moda un po’ come la musica indie. Lo ammetto, anch’io da un paio d’anni sono caduta nella trappola dei Drama asiatici. Ciò che mi appassiona e mi spinge a vederli è soprattutto una forte voglia di sapere qualcosa in più di quelle culture così affascinanti. Il modo in cui vivono le relazioni sociali è davvero diverso dal nostro, ed è uno dei motivi per cui in questo periodo storico in cui tutti vogliono conoscere tutto, questo genere sia arrivato con prepotenza anche da queste parti.

Love Alarm

Il drama coreano in questione diretto da Lee Na-Jung e distribuito da Netflix, è diverso dallo standard del genere. Nelle prime 8 puntate distribuite dalla piattaforma si delinea la storia ambientata a Seoul. In città viene creata una nuova applicazione per i cellulari, qualcosa di estremamente innovativo di nome Love alarm. L’app è in grado di percepire i sentimenti che gli altri utenti hanno nel raggio di 10 mt. In un contesto liceale in cui tutto è condizionato dall’applicazione, due giovani ragazzi Sun-Oh e Jojo oltre mille difficoltà cercano di vivere la propria storia nel modo più naturale possibile. La storia si sposta improvvisamente nel tempo, precisamente nel futuro.

Tra finzione e realtà

Ciò che si nota subito è di come Love Alarm abbia cambiato totalmente il modo di relazionarsi, e questo quasi prende il sopravvento lasciando per qualche puntata i due protagonisti in secondo piano. Queste sono 8 puntate che lasciano un po’ di amaro in bocca, perché in fondo Love Alarm non è solo una fantasia, o meglio lo è ancora per poco. Una frase recitata più volte All’interno del drama mi ha fatto pensare molto, ed è così che voglio chiudere l’articolo:

Non ci si ama più con il cuore, ma con un cellulare.

(Visited 173 times, 3 visits today)
Tag:, , , , Ultima modifica: 26 Settembre 2019
Chiudi