Written by 22:45 News, News • 14 Comments

Ultime notizie sul Corona Virus. Il Presidente Conte espone il nuovo decreto

Tempo di Lettura: 2 minuti Ultime notizie sul Corona Virus. Spiegazione del nuovo decreto dettato dal Presidente Conte presentato all’Edizione Straordinaria del TG1 il 9 marzo 2020.

Ultime notizie Corona Virus - Conferenza Premier Conte. Credit by: sussidiario.net

Ultime notizie per quanto riguarda il Corona Virus. Nell‘edizione straordinaria del TG1 andata in onda durante la serata odierna, prima della prima visione assoluta del nuovo episodio de Il Commissario Montalbano, il Premier Conte da nuove disposizioni agli italiani attraverso un vero decreto che si può riassumere con la frase “Io resto a casa”.

Le ultime notizie sul Corona Virus parlano di un forte incremento nei contagi, ecco le nuove disposizioni

Il decreto prevede: 

  •  Gli italiani rimangano a casa esclusi i casi gravi di malattie, casi di estrema necessità o per lavoro
  • Si può uscire solo se provvisti di un’autocertificazione che lo preveda
  • Non ci sono al momento provvedimenti per quanto riguarda i mezzi pubblici 
  • Stop a tutte le manifestazioni sportive
  • Stop alle attività didattiche per le scuole di ogni ordine e grado e per le università fino al 3 aprile

Qui di seguito riportiamo le esatte parole del discorso tenuto dal Presidente Conte:

Vi comunico che abbiamo adottato una nuova decisione come governo. Siamo consapevoli di quanto sia difficile cambiare le nostre abitudini, ho la massima comprensione per tutti gli italiani, per i giovani. Purtroppo non c’è tempo, i numeri ci dicono che stiano avendo un aumento dei contagi, delle persone in terapia intensiva e dei deceduti. Le nostre abitudini, quindi, vanno cambiate, ora. Dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa: è per questo che abbiamo deciso di adottare misure più forti e stringenti, per contenere l’avanzata del coronavirus e tutelare la salute dei nostri concittadini, che è il nostro obiettivo primario. Sto per firmare un provvedimento che possiamo sintetizzare con l’espressione: io resto a casa. Non ci sarà più una zona rossa, non ci saranno più una zona 1 e una zona 2 della penisola. Ci sarà un’unica zona: saranno da evitare su tutto il territorio gli spostamenti, a meno che non siano necessari per tre circostanze: comprovate ragioni di lavoro, casi di necessità e motivi di salute. Aggiungiamo un divieto degli assembramenti all’aperto e in locali aperti al pubblico. Comprendiamo la voglia dei giovani, non ci possiamo permettere più queste occasioni di aggregazione che diventano occasioni di contagio. Non è facile, sono consapevole della gravità di adottare queste misure, ma sono consapevole della necessità di intervenire in maniera più decisa”.

Sarà possibile uscire di casa solo per motivi specifici

Da domani, lunedì 9 marzo, controlli di Polizia per chi esce di casa senza motivi di lavoro, salute o per necessità. Non esiste il divieto di uscire di casa, ma lo si deve fare per esigenze lavorative, sanitarie o di sussistenza (fare la spesa per esempio). Il governo vista l’inosservanza palese e il comportamento irresponsabile di molti, corre ai ripari. Possibili denunce contro chi, come i malati, esce senza motivi di necessità. Stretta anche su aeroporti e trasporti ferroviari. Il comunicato del Ministero dell’Interno chiarisce tutto e dà ai prefetti poteri di controllo tramite i comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica. Cominciati i voli di trasporto dalle terapie intensive lombarde a quelle di altre regioni. I letti di rianimazione degli ospedali lombardi sono saturi. L’appello delle autorità è a rispettare le normative, pur dure che siano.

Fonte: https://www.interno.gov.it/it/sala-stampa/comunicati-stampa/direttiva-prefetti-lattuazione-dei-controlli-nelle-aree-contenimento-rafforzato

(Visited 13.033 times, 2 visits today)
Tag:, , Ultima modifica: 10 Marzo 2020
Chiudi